mercoledì, novembre 08, 2006

asce di guerra e altri componimenti

seppellire l'ascia di guerra?
con te non è manco sguainata.
poi io asce di guerra lo cerco... altro figlio di quelli di q, scritto con un partigiano, vitaliano ravagli

leggi di più in italiano
ossia, leggi più autori italiani
le traduzioni di rado rendono il pathos
così capisci anche quali sono le "licenze poetiche" che sono normalmente concesse
ok, scrivi sceneggiature, non romanzi
ma secondo me potrebbe aiutarti

quindi, ti consiglierei di fare salire nella tua graduatoria di roba da leggere dazieri
che ancora non ho cominciato (ho comprato mercoledì il suo primo libro, ancora mi manca il secondo... tre libri del gorilla, tre edizioni diverse... sono un fenomeno!)

se mi dessi una bozza di decarlo ti direi che mi piace il linguaggio e che la trama fa cagare
come dico di decarlo, che amo nonostante i difetti

non devi essere un provincialotto che deve volare molto basso
puoi spogliarti di questi panni e, più leggero, volare alto quanto vuoi
per poi rimetterli quando sarai in alto, in un posto sicuro

non è certo mio obiettivo darti contro a ogni costo
se vuoi darmi da correggere sceneggiature a caso, senza dirmi se sono tue, di amici o nemici, posso ben farlo
probabilmente riconoscerò le tue, ma magari no
se non vuoi darmi niente vivo molto bene comunque
se faccio male alla tua autostima è meglio che non me le dia
però cerca altre persone che conoscano l'italiano e che sappiano cos'è leggere e scrivere

io comincerò a buttare fuori qualcosa quando mi sentirò sicura
scrivere è il mio habitat naturale e lo sai
ma se tutto va bene, se mi muovo con grazia e comincio a sfiorare i tasti giusti, forse è meglio
la fiera del libro è stata un buon modo per fare qualche conoscenza
per farmi coraggio
non ho fretta
ho sempre pensato che quando una storia arriva si fa scrivere da sola, senza cercarla
se invece la cerco io, beh, deve essere eccezionale, sennò manco mi ci metto

altrimenti continuerò a riempire di appunti e note quadernetti e diari come ho sempre fatto
e a leggerli solo io
innamorata delle mie parole
senza che nessuno le distrugga
sarà una scelta poco coraggiosa?
il coraggio lo tiro fuori un po' alla volta, ragazzo mio

non faccio nulla, se non sono pronta
quando poi mi butterò, sarà davvero

ora ho altre priorità

1 Comments:

At giovedì, 16 novembre, 2006, Blogger kepallino said...

Hai fatto centro :)
scrivi e leggi, scrivi e rileggi, leggi e poi, dopo, solo dopo, quando verra', scrivi.
Asce di guerra ancora non l'ho letto. Sulla scia di Q ho letto A new thing e 54. Dopo, ho pensato fosse il momento di fermarmi un po' con "loro". Per de Carlo, concordiamo su tutto. Un saluto... non so se hai letto Onirica di ominodigomma, e Onirica II di melusina. Mi piacerebbe sapere che ne pensi! ciao, kep.

 

Posta un commento

<< Home